World Data Bus

Il Sistema "EDS"

Il sistema EDS (En-Decoder System), introduce l'elettronica come elemento portante della nuova impiantistica elettrica, civile e industriale. EDS è un sistema a tecnologia Bus che si basa su moduli, detti BMC (Blocchetti Monolitici Computerizzati), in grado di rilevare i cambiamenti di stato in ingresso (ad esempio la pressione di un pulsante, la rilevazione di una presenza, una fuga di gas, una perdita d’acqua o il variare di una soglia di temperatura etc.) ed attivare una o più attuazioni (ad esempio accendere una o più luci, attivare un’elettrovalvola, regolare un’intensità luminosa etc.) a seconda della logica configurata.

I dispositivi che compongono il sistema EDS si basano su soluzioni tecnologiche coperte da Brevetti d’Invenzione Industriale e sono conformi alle norme UNI e EN 50090-2-2, 50090-3-1, 50090-4-1, 50090-4-2, 50090-5-2 e 50090-7-1. Il sistema EDS è conforme a tutte le norme Ce necessarie per impianti elettrici privati e pubblici.

Funzionalità
Potenzialità
I vantaggi pratici
Caratteristiche Tecniche
Formazione

  • La logica può essere modificata infinite volte con semplicità dall’installatore o dal progettista senza la necessità di opere murarie.
    Ad ogni blocchetto BMC possono essere collegati fino ad un massimo di otto dispositivi di comando (o rilevazione) di qualsiasi tipo o marca sfruttando la semplicità e la flessibilità dei contatti puliti; otto attuatori (relé o dimmer) configurabili secondo personalizzabili modalità di funzionamento; un sensore infrarosso per l'azionamento a distanza tramite un qualunque telecomando universale. Qualunque comando impartito tramite un ingresso di un BMC, può raggiungere uno o più canali di uscita a piacere di un qualsiasi BMC presente nell'impianto, azionando i relativi carichi tramite uscite transistor, relè, o dimmer.

    I BMC sono quindi in grado di svolgere autonomamente o in cooperazione con altri BMC tramite un BUS, tutte le principali funzioni di Comando - Attuazione tipiche di un impianto elettrico classico. Il sistema EDS fornisce inoltre tutte le funzioni tipiche dei sistemi di automazione civile (o residenziale), come ad esempio:

    • il comando simultaneo di innumerevoli attuazioni (scenari)
    • le logiche di Rilevazione – Attuazione
    • la comunicazione con i sistemi di supervisione e controllo utilizzando l'interfaccia seriale RS232 con protocollo pubblico (software, touch screen, centrali, interfaccia web remota, interfaccia telefonica, telecontrollo, tele allarme etc.).


  • Gli impianti realizzati col sistema EDS possono supportare fino a 255 moduli collegati tra loro grazie ad un Bus proprietario (EDS) e disporre quindi fino a 2040 punti di rilevazione o comando-attuazione. Ogni modulo viene identificato da un indirizzo univoco configurabile mediante un apposito software e una interfaccia RS232 collegata ad un computer; grazie alla stessa interfaccia è prevista la possibilità di gestione centralizzata e computerizzata dell'impianto, e la conseguente implementazione di evolute funzionalità domotiche. Sfruttando le potenzialità logiche e fisiche del BUS EDS si può ottenere una diminuzione sensibile dei costi rispetto ad un impianto, di media complessità, realizzato in maniera tradizionale.

    I moduli realizzano una separazione fisica tra i comandi (12 V) e l’attuazione (220 V), azzerando i rischi di folgorazione ai comandi. I BMC sono disponibili in diverse tipologie installative (da incasso in 503, 504, derivazioni o da montaggio su guida DIN) in modo da coprire qualsiasi esigenza di progettazione, installazione ed utilizzo anche in impianti gia esistenti.
    EDS è un sistema aperto: infatti World Data Bus mette a disposizione il proprio protocollo di comunicazione per dare la possibilità, a chiunque ne sia interessato, di sviluppare un proprio sistema domotico avanzato in grado di integrare diversi sottosistemi sfruttando come dorsale principale il bus EDS.


  • Con il sistema EDS è possibile fornire ad un ambiente maggiori funzionalità rispetto ai sistemi elettrici tradizionali, con estrema semplicità di cablaggio. Nel caso d’impianti complessi, EDS semplifica il lavoro dell’impiantista ed abbatte i tempi d’installazione, riducendo il numero dei fili da posare, eliminando gli interventi d’opera muraria nel caso di ristrutturazioni e rendendo estremamente rapida qualsiasi eventuale modifica. Il tutto senza la necessità di alcuna particolare competenza elettronica.

    Rispetto ad un impianto tradizionale con EDS è possibile:

    • Risparmiare drasticamente per la realizzazione di nuovi impianti sulla mano d’opera e sul costo del materiale utilizzato. Inoltre, nel caso di ristrutturazioni di edifici già esistenti. non è necessaria alcuna opera di muratura.

    • Realizzare impianti di monitoraggio e controllo complessi, fondamentali in ambiti terziari e industriali, non realizzabili con impianti elettrici tradizionali (o realizzabili a prezzi elevatissimi).

    • Variare a piacimento tutte le funzionalità dell’impianto elettrico senza la necessità di ulteriori modifiche del cablaggio.

    • Impostare scenari gestionali e operativi.

    • Creare quadri sinottici di comando e di visualizzazione

    • Ampliare con facilità l’impianto realizzato col sistema EDS grazie alla sua forte modularità

    • Trasformare vecchi impianti o crearne di nuovi in chiave elettronica aperti alla domotica. Di conseguenza sarà possibile integrare in un qualsiasi momento innumerevoli tipi di sottosistemi differenti, come ad esempio la gestione di scenari complessi, il monitoraggio e la gestione tramite un qualsiasi Touch Screen, utilizzare interfacce Web remote o telefoniche ed accedere dunque a tutti gli ambiti applicativi della domotica (Comfort, Risparmio energetico, Sicurezza e Safety).

    • Eliminare il rischio di folgorazioni ed esplosioni, il sistema EDS è isolato dalla linea di esecizio 220 V (normativa selv / pelv)

    • Ridurre drasticamente l’elettrosmog

    • Ridurre il rischio di folgorazioni e incendi


  • EDS è un sistema a tecnologia Bus che si basa su minuscoli moduli elettronici di monitoraggio e attuazione, altamente performanti, alloggiabili in tutte le infrastrutture classiche di un impianto elettrico tradizionale (come scatole 503,504 e derivazioni), in grado di comunicare tra loro attraverso un BUS fino a 2 km di distanza.

    Il sistema EDS si basa su logica distribuita e non necessita dunque di nessun organo di governo centralizzato (no master control). Tutte le comunicazioni sul sistema EDS sono di tipo bidirezionale ad indirizzamento programmabile e riprogrammabile anche dopo la sua installazione da qualsiasi punto dell'impianto. Il cuore di EDS è costituito da nodi realizzati con microcontrollori di ultima generazione detti BMC. Ogni BMC è in grado di svolgere autonomamente, senza l’uso di un master control, funzioni di Comando-Attuazione e Rilevazione distribuendo le informazioni sul BUS EDS per implementare scenari speciali e consequenziali in cooperazione con altri BMC.


  • Per fornire ai propri clienti una competenza specifica in un mercato in forte crescita come quello dell’impiantistica elettrica civile e industriale in chiave elettronica e dei settori della domotica, World Data Bus organizza corsi di formazione tecnica sui propri prodotti.

    I corsi si rivolgono all’installatore elettrico, ai progettisti e integratori domotici specializzati e ai professionisti del settore in genere.

Necessiti di maggiori informazioni?

Compila il modulo per richiedere informazioni a World Data Bus. Riceverai risposta alla tua richiesta nel minor tempo possibile.